C.A.V.I.R.O.

DSC 0006

C.A.V.I.R.O. Società Cooperativa Agricola

Via Convertite 12 - 48018 Faenza (RA)

Stabilimento di Savignano s.P.:

Via Claudia 559 - 41056 Savignano s.P.(MO)

Telefono 059 796711

Fax 059 796736

e-mail: caviro@caviro.it

web: www.caviro.it

Il viaggio alla scoperta dei protagonisti del settore vitivinicolo emiliano della redazione di Lambrusco Valley ha previsto una tappa da Caviro, un’impresa che può vantare 46 realtà associate di cui 34 cantine sociali conferenti vino che raggruppano 13.000 viticoltori su una superficie di 31.000 ettari e che a Savignano sul Panaro, in provincia di Modena, ospita la lavorazione e l’imbottigliamento di vini frizzanti.

Vi riproponiamo qui la prima parte (a questo link trovate la seconda) dell'intervista al Direttore logistica e produzione, Giampaolo Bassetti,

 

Qual è la storia della Caviro?

 

Caviro è oggi l’azienda leader del settore vitivinicolo nazionale: ha alle spalle una storia più che quarantennale di impegno nella selezione delle zone di provenienza dei vini, di affinamento nelle tecniche di vinificazione e di controllo dell’intera filiera produttiva, il tutto al servizio del consumatore.

Caviro è arrivata nel modenese nel 1984 per rispondere alle esigenze del mercato che richiedeva di inserire nella gamma dei prodotti offerti anche il Lambrusco e i vini frizzanti in genere: essendo una realtà di dimensioni internazionali, i vini confezionati in questo stabilimento vengono distribuiti in tutto il mondo, principalmente in paesi quali Spagna, Francia, Russia e Giappone.

Questo stabilimento ha subito un importante intervento di ristrutturazione una decina di anni fa: è stato aggiunto un reparto e sono state modificate le linee di produzione attribuendogli una connotazione più razionale e moderna.

 

DSC_0095

 

Qual è la peculiarità della vostra offerta?

 

Caviro nasce come azienda indirizzata ad una tipologia di prodotto daily, cioè adatto ad un consumo “giornaliero” da parte di un numero molto elevato di consumatori che desidera un prodotto serio, affidabile, genuino e dal corretto rapporto prezzo-qualità. Nel tempo però abbiamo ampliato la gamma e ciò che oggi offriamo è estremamente più ampio, spaziando dai vini in brik, tra cui i nostri marchi leader Tavernello e Castellino, ai vini Doc e Igt (VoloRosso, Romio, Brumale, Terreforti, BotteBuona).

 

Nel 2010 abbiamo lanciato Tavernello frizzante, prodotto proprio a Savignano, il maggior successo in campo vinicolo degli ultimi anni, e in questi giorni stiamo proponendo al mercato due nuovi vini varietali a marchio Tavernello in bottiglia da 75 cl, uno Chardonnay ed uno Syrah-Cabernet, con ottimi riscontri.

 

La nostra gamma però comprende anche vini “Superpremium”, grazie alla recente acquisizione della società Dalle Vigne e del marchio Leonardo, che propone vini come Chianti, Rosso di Montalcino e Brunello: quindi una gamma completa, unica in Italia, in continua evoluzione.

 

DSC_0029

 

Quali sono gli ostacoli e le soddisfazioni di questo mercato?

 

Noi ci muoviamo su un mercato che a livello mondiale ha una competizione feroce. Oggi i nostri principali concorrenti sono società di vaste dimensioni che approcciano e si affacciano su paesi strategici, come il Cile, la Francia e la Spagna. La nostra principale competition è quindi estera.

Tra le soddisfazioni c’è quella di vedere espandersi continuamente la quota export e di affrontare una costante crescita del livello qualitativo del prodotto.

 

 

Come vi siete mossi, dal punto di vista promozionale, per conquistare questa fascia di mercato?

 

Caviro è stata la prima azienda in Italia, negli anni ’80, a promuovere il vino come un prodotto da grande distribuzione, e questa è stata una delle chiavi del suo successo. Ancora oggi facciamo ricorso alla pubblicità televisiva in modo massiccio per promuovere i nostri prodotti.

 

 

Il marchio ha avuto un’evoluzione grafica nella storia?

 

Tavernello proprio nel 2013 ha compiuto trent’anni e nella sua storia ha ovviamente subito diverse evoluzioni sia dal punto di vista del packaging che da quello della grafica, diventando sempre più comodo nell’utilizzo ed elegante nel design.

Ci sono, inoltre, declinazioni differenti a seconda del paese di destinazione, con formati e grafiche leggermente diversi dalla versione italiana ma sempre nell’ottica di immediata riconoscibilità del prodotto ed uniformità della brand.

 

tavernello3

 

Qual è la vostra gamma di prodotti?

 

Come già detto, i nostri prodotti sono raggruppati in brand dedicati alle doc, brand dedicati ai prodotti d’indicazione geografica tipica e brand dedicati ai vini da tavola. Copriamo, quindi, tutte le tipologie di vino e tutti i canali di vendita, dalla Distribuzione Moderna all’ingrosso alla ristorazione.

Per quanto riguarda il lambrusco, nel nostro stabilimento di Savignano produciamo sia il lambrusco Salamino di Santa Croce, che il Grasparossa, che il lambrusco di Sorbara.

 

DSC_0092

 

Partecipate a fiere o eventi di settore?

 

Dal momento che le dimensioni di Caviro sono notevoli, partecipiamo esclusivamente a eventi di carattere nazionale o internazionale ma visto che la nostra è una cooperativa, siamo comunque molto attenti all’ambito locale e non possiamo prescindere dal territorio.

A tal proposito negli scorsi anni abbiamo istituito un gruppo di lavoro interno all’azienda che si chiama Nemo ed ha proprio lo scopo di migliorare il collegamento di Caviro con il territorio.