Alimentare ma non solo: ecco l'export italiano in Russia a rischio

bottiglie

Oltre il 16% del valore delle esportazioni agroalimentari italiane in Russia è rappresentato da vini e spumanti che, sottolinea la Coldiretti, dovrebbero restare al riparo dalla scure di Vladimir Putin.

L'embargo non coinvolge il settore poiché nel 2011 la società Gancia, la casa dello storico spumante, è stata acqusisita per il 70% dell'oligarca Rustam Tariko, proprietario della banca e della vodka Russki Standard.