Sparkling Classic Summer: le bollicine modenesi hanno reso Milano frizzante.

sparkling

La delegazione meneghina dell’Associazione Italiana Sommelier ha organizzato il 6 giugno a Milano lo Sparkling Classic Summer: un evento dedicato ai vini frizzanti realizzati con metodo classico nel Bel Paese.

Hanno partecipato 84 aziende provenienti da diverse regioni italiane, e specializzate nella produzione di varie tipologie di vini frizzanti locali: un totale di 139 etichette.

Due le cantine emiliane che hanno partecipato all’evento, giusto quest’anno alla sua quarta edizione e allestito l’ungo un banco di assaggio all’interno dell’incantevole Westin Palace di Piazza della Repubblica. Si tratta della Francesco Bellei, che oltre al Lambrusco produce altri spumanti con metodo classico e la Cavicchioli 1928 di San Prospero.

Il metodo classico è un tipo di vinificazione in cui la formazione delle caratteristiche bollicine avviene in bottiglia attraverso l’addizione di zuccheri e lieviti selezionati. 
A questo punto il vino riposa e diventa frizzante, mentre i lieviti decaduti si depositano nel collo della bottiglia. Nella successiva fase di sboccatura vengono eliminati questi lieviti e viene aggiunta nelle bottiglie (a meno che non si voglia ottenere uno spumante molto secco) la liqueur d’expedition che caratterizza la dolcezza del vino. La bottiglia viene quindi chiusa con tappo a fungo e diventa pronta ad allietare i nostri brindisi.