Duomo di Modena patrimonio dell'Unesco

sec4 01

Il Duomo di Modena è tra i principali monumenti romanici in Europa, ed è stato riconosciuto nel 1997 dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità, con la torre Ghirlandina e Piazza Grande.

La storia del Duomo inizia il 9 giugno del 1099 grazie all'iniziativa delle classi sociali cittadine, come affermazione trasversale dei valori civici, culturali e religiosi comuni. Custodisce le spoglie di S. Geminiano, Vescovo e patrono di Modena morto nel 397.

L’importante architetto Lanfranco e il celebre scultore Wiligelmo realizzarono un capolavoro: una sintesi fra cultura antica e nuova arte lombarda, creando un modello fondamentale. Dopo il XII secolo la cattedrale vide gli interventi degli scultori e architetti lombardi Maestri Campionesi. 

 

Orari di apertura

Il Duomo è aperto tutti i giorni della settimana, dalle 7.30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19 (solo il 31 gennaio, festa del Patrono: orario continuato dalle ore 7.00 alle ore 19.30)

Orari delle S. Messe

Feriali: 8, 9, 10, 18
Festivi: 9, 10 (in latino e canto gregoriano), 11.15 (parrocchiale), 12.15 e 18.